quasi un diarioNato a Trieste il 2 giugno 1890 da una famiglia di origine ebraica proveniente dalla Romania (nel censimento del 1910 Schott si definiva, infatti, suddito dell’Impero Ottomano), proprietaria di una fabbrica di articoli in lana. Nel 1910 iniziò a prendere lezioni di inglese da Joyce che, a quanto pare, lo considerava il suo allievo migliore.

Con lo scoppio della prima guerra mondiale, con il nom de guerre “Desico”, fu protagonista di una serie di intrighi e operazioni di spionaggio che erano destinate a favorire l’entrata in guerra dell’Italia e, successivamente, l’annessione di Trieste al regno d’Italia. Descrisse queste avventure molti anni più tardi nel suo Diario ed avventura (1914-1920). Morì a Trieste il 2 settembre 1985.